Un nuovo sistema operativo?!

E’ da poco stato presentato il nuovo windows, il 7. Forse sarà il salvataggio di M$ dopo il flop di Vista, forse no. Non importa un gran che. Ma da una serata con amici informatici è nata la domanda:

ma cosa ti aspetti da un nuovo sistema operativo?!?

Il punto è che negli ultimi 15 anni non ci sono state *enormi* evoluzioni. Si, si, c’è stato il passaggio dal Dos a win32 a linux agli ultimi macosx.

Ma stravolgimenti veri e propri non ne ho sinceramente visti. Il desktop, beh è il desktop. Il mouse, qualche nuovo bottone o qualche *gesture* modaiola. Le icone da cliccare, un click, due click. Ma da win 3.1 al mio mac che sto usando ora.. insomma è di quella.

Anche Linux in fondo è ancora tanto simile ad uno Unix che fa tanto anni ’70/’80 [1].

Un vetro informativo?!

Che fiore è?

Credo che la domanda non sia veramente quella. Credo che non abbiamo bisogno del *nuovo* sistema operativo, ma di un nuovo  modo di pensare la gestione delle informazioni.

In fondo che il mio file sia salvato su un disco che mi porto sempre dietro o su un server cui sono sempre collegato, sempre, alla fine mi importa davvero? che senso ha installare le applicazioni? sto scrivendo in un form dentro un browser collegato ad un sito di cui ignoro bellamente tutti i dettagli tecnici. dove si trova, che sistema operativo usa, che formato di dati utilizza, c’è il journaling sul disco? mah.

E’ facile pensare per me che google sia il prossimo step, che tutto sia online, ma c’è chi è ancora più avanti, chi stavolta l’ha pensata grossa.

Ecco, quello è il nuovo sistema operativo.

Ma forse in questo caso occorre aspettare ancora qualche annetto..

[1] e qui alcuni mi stanno maledicendo di brutto :)

Annunci

2 comments so far

  1. ivan on

    Guarda massimo che non e’ mica niente di nuovo, come concetto. come implemetazione e’ tutta un’altra storia….

    I primi a introdurre il concetto di “augmented reality”
    sono stati William Gibson e soci (si, gli inventori del cyberpunk) negli anni ’80. In particolare uno scrittore, di cui a memoria non ricordo il nome, proponeva proprio come visione, quella di una visione della realtà a cui, se eri connesso, veniva sovrapposta visivamente tutta una sovrastruttura di informazioni tipo quella che porti ad esempio col fiore di ciliegio nella fotina.

    Un concetto che ha quindi almeno 20 anni.

  2. Massimo Azzolini on

    bella ivan! e io che pensavo di aver scoperto la novità delle novità.

    D’altra parte questo conferma quanto si diceva: il reale sviluppo del software è fermo a vent’anni fa.
    Le idee ci sono ma non c’è nessuno che rischi, o abbia il modo di rischiare, proponendo l’implementazione di queste idee.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: