mappe google su plone

Lo sapete tutti, ormai siamo tutti molto web2.0 e una delle funzionalità più cool è geotaggare i contenuti rendendoli visibili su una mappa. E Google nella sua magnificenza ci offre un buon servizio di mappe con apposite API per utilizzarlo.

In Plone sono stati realizzati, nel tempo, diversi prodotti da varie aziende nel mondo:

L’ultimo in ordine di tempo e sicuramente il migliore, ovviamente imho, è Products.Maps di Jarn.

products.maps

Un sacco di Location colorate su una mappa

Un sacco di Location colorate su una mappa

Offre poche ed estremamente utili funzionalità:

  • un nuovo contenuto “Location” (“Posto” in italiano), con tanto di icone colorate e ricerca del punto sulla mappa e preview del risultato. In pratica una pagina standard di Plone con in più la funzionalità di essere “piazzata” su una mappa.
  • una vista che disegna una mappa di google e che è applicabile via menu a cartelle e cercatori

Utilizzando Maps puoi quindi creare delle cartelle all’interno delle quali inserire “posti”. Essendo contenuti plone questo significa che puoi associare permessi, workflow, parole chiave ecc.

A questo punto puoi anche creare il tuo cercatore che prenda tutte le location con una certa parola chiave o quelle in un certo stato e visualizzarle assieme.. in una nuova mappa.

Ma la cosa migliore che fa è di essere stato realizzato con tecnologia Z3 il che lo rende facilmente estendibile. quindi…

redturtle.maps.core

Il punto fondamentale è: Products.Maps è un ottimo prodotto, ma.. non tiene conto di tutti gli altri contenuti Plone. Nemmeno quelli base. Insomma, tutti i contenuti plone (basta che estendano ATContentType) hanno un bellissimo campo “Location” in cui solitamente indichi un indirizzo. Questo campo è bellamente ignorato da tutti. Eppure sarebbe così utile.

L’idea che abbiamo avuto con Andrew Mleczko è stata quindi quella di estendere Maps fornendo un adapter (o un set di adapter) per tutti i contenuti plone. L’unica condizione è che abbiano il campo Location valorizzato. Et voilà redturtle.maps.core è uscito dal cilindro.

Hey, nulla di devastantemente complicato (e questo il bello di plone..). Ma, secondo me, è esattamente quello che mancava per chiudere il cerchio.

Una prima release è stata rilasciata in occasione del Linuxday 2009 e ho avuto la possibilità di presentarla a Ferrara.

Poi, l’appetito vien mangiando, Andrew e Luca Fabbri hanno dato un ulteriore contributo alla cosa: il secondo ha migliorato la parte di query a google per tradurre l’indirizzo in coordinate geografiche, il prima ha dapprima realizzato una portlet (redturtle.maps.portlet) e quindi ha reso disponibile un template che effettua ricerche basate sui parametri che gli vengono passati e visualizza il tutto, ovviamente, in una mappa.

Vedi come funziona

Vedi come funziona

Nel frattempo ho esplorato la possibilità di avere baloon e icone differenziati per tipo.

Sempre sfruttando le funzionalità di plone/zope3 il comportamento relativo ai baloon potrà essere “overridden” in qualsiasi momento. in questo senso redturtle.maps.core è una specie di configurazione “out-of-the-box”.

Per il futuro, ci sono tutta una serie di funzionalità che vorremmo sistemare. Ad esempio i baloon appaiono veramente enormi: un contenuti plone è troppo verboso. Occorre pensare ad una soluzione.

Non nascondo che mi piacerebbe riuscire ad integrare il tutto in un’unica soluzione con Maps.

Stay tuned.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: